#Suggestioni - MORFEMA | Al mare d'inverno
6.5Overall Score
VOTO6.5
autoproduzione
alt-rock, post-rock
2016

Tolti gli ombrelloni, i bambini rumorosi e i pranzi al sacco estivi, in inverno al mare rimane solo lo sciabordare delle onde e un profondissimo orizzonte in cui perdersi. Il mare d’inverno è il premio di chi cerca pace. È proprio in questa ricerca che si inserisce Al mare d’inverno il nuovo album, autoprodotto, dei bergamaschi Morfema.

Dopo tre anni dall’uscita del primo album Tutto bene sulla Terra, i Morfema tornano in studio spinti dalla necessità di raccontare i dubbi e le speranze contrastanti e coesistenti che ogni persona prova durante la propria vita.

L’atmosfera malinconica è il leitmotiv del disco, creata dal suono delle chitarre e sorretta da testi che hanno poco da invidiare a quelli dei grandi cantautori. Perplessità e stati d’animo che portano ad una ricerca personale, volta al miglioramento.
Con una sezione ritmica che spinge di più, l’inclinazione del disco è tra il pop d’autore e il postrock, a tratti spinta verso sonorità noise e fuzz.

Il sogno della ragione e Una stagione selvaggia sono le vette di un disco che se nel complesso non stupisce al primo ascolto, ma sicuramente genera molta empatia.

 

Tracklist

1.Cape Cod
2.Corallo
3. Il Sonno Della Ragione
4.Il Quadro In Salotto
5.Una Stagione Selvaggia
6. A Carnevale Nell’87