Inizia oggi il Bandzilla – Saronno te le suona, un festival di tre giorni con una line-up ricca di bombette.

I nostri complimenti vanno all’associazione Il Tassello che grazie all’impegno dei suoi volontari è riuscita per il quinto anno di seguito a creare un evento bellissimo e completamente gratuito.

La manifestazione si svolge da oggi giovedì 23 fino a sabato 25 giugno presso il cortile della biblioteca di Saronno.

LINE-UP

Giovedì 23 giugno

KRANG |  ore 19:15

Krang è un cervello bipolare che non sa scegliere fra l’elettronica da club e il rock con il fuzz, fra i tempi dritti da ballare e le ritmiche sbilenche, fra gli schemi prefissati e l’improvvisazione pura. Cowabonga.

I NASTRI | ore 20:00

I Nastri sono contaminazione. Metriche progressive si fondono con l’hip hop, melodie pop sperimentali incontrano il rock e l’elettronica, testi intimisti e disillusi si alternano tra ripetizioni ossessive e toni rassicuranti.

VICTORIA STATION DISORDER | ore 20:40

I Victoria Station Disorder sono un progetto musicale indipendente di Milano e Genova. Il
nome prende spunto dalla pièce teatrale Victoria Station di Harold Pinter. Suond elettronico che trova fondamenta in ritmi essenziali, filtri sulle tastiere e testi ipnotici e ripetitivi che sfogano tutto il disagio dei nostri giorni.

AFTERSALSA | ore 21:30

Aftersalsa è un progetto musicale di ispirazione synth wave formatosi nel 2015 in Brianza.
Nei primi due mesi del 2016 sono stati pubblicati i due singoli “Vixion” e “Tispario” che anticipano la futura uscita prevista per l’autunno. Se non gli avete sentiti live, dovete recuperare!

STEVE HOWLS |  ore 22:00

È il progetto solista di Stefano Laruccia, iniziato nel 2014 durante un periodo trascorso a Copenhagen. È lì che scrive canzoni e capovolge prospettiva e approccio alla chitarra acustica; i mesi passati nella capitale danese lo portano ad affermarsi nella scena cantautorale locale, fino ad esibirsi al Copenhagen Songwriters Festival. Tornato in Italia, Steve Howls conquista tutti al Pending Lips Festival 2015 e suona al Carroponte in apertura a The Soft Moon. Durante l’estate 2015 entra in studio per registrare il primo EP “Holding Back My Days” e vince il contest festival Bandzilla!Saronno te le suona.

YAKAMOTO KOTZUGA | ore 22:30

All’anagrafe Giacomo Mazzucato, nasce nel 1994 a Venezia. Un giovane prodigio capace di togliere dal cilindro beat avvolgenti, calde frequenze chitarristiche e melodie mozzafiato che si arrampicano sublimando poi in improvvise esplosioni.

Venerdì 24 giugno

KABO & DJ WOLF | ore 19:15

Kabo e Dj Wolf suonano il lato umano e poetico del rap italiano. Ci presentano uno spettacolo live che si snoda tra le atmosfere surreali che danno vita ai personaggi della notte partoriti dal rapper/cantastorie milanese e da dj Myke.

PAKT LJUBLJANA | ore 20:00

Noise. “Cresciuti forse sì, maturati assolutamente no. Non ne facciamo mai una dritta, né nella vita, né nelle canzoni.”

HAZAN | ore 20:40

Gli Hazan sono quattro ragazzi sparsi (o spersi) tra le province di Milano, Como e Varese, che fingono siano quelle di Manchester o di Londra o, perché no, anche di Seattle. Forse più che fingere sognano, tanto alla fine sognare non costa nulla. Anche se qui, il più delle volte, i sogni bruciano, i soldi mancano e i sensi perdono di lucidità.

NOBODY CRIED FOR DINOSAURS | ore 21:30

I NCFD, band-collettivo indie pop milanese. Dopo aver suonato in giro per il paese e a vari festival italiani: (MI AMI Ancora, A Night Like This Festival…) e aver condiviso il palco con artisti del calibro di: The Drums, His Clancyness, ExOtago, Cosmo a marzo 2016 pubblicano il loro nuovo EP “Ten Billion Years Later” con l’etichetta milanese Dischi Mancini. Per i NCFD è sempre estate!

THE MONKEY WEATHER | ore 22:15

I The Monkey Weather, giovane trio indie rock di ispirazione britannica, sta emergendo prepotentemente sulla scena indipendente italiana: un ottimo album di debutto “Apple Meaning”, uscito nel 2012 con Ammonia Records. Sempre nel 2012 aprono tre concerti per il tour estivo dei Kasabian, di cui girano un breve documentario on the road.

MONACI DEL SURF |

monaci del surfÈ inutile parlare dell’identità di un gruppo che si presenta mascherato: i Monaci del Surf sono una sorta di società segreta. Non si può essere sicuri di chi ci sia sotto alle maschere, quello che è certo è che chitarra elettrica, basso e batteria sono gli strumenti preferiti dai Monaci, filtrati e accompagnati da suoni elettronici che richiamano i vecchi film di fantascienza o ambienti da foresta amazzonica.

 

Sabato 25 giugno

BONETTI | ore 19:15

Bonetti appartiene, come diceva qualcuno, al popolo alto dei camminatori. Quelli che camminano per ore con le mani in tasca per la città o per qualche stradina di campagna, non fa differenza, e pensano e si guardano intorno, fanno andare le gambe e gli occhi in giro sulle cose, anche su quelle già conosciute, caso mai ci fosse qualcosa di nuovo da scoprire e da cantare.

OSCAR DI MONDOGEMELLO | ore 20:00

Oscar suona da solo con chitarra, synth e loopstation. Il progetto è nato circa un anno fa dopo 20 anni passati a suonare la batteria.

NI NA | ore 20:40

NI NA è un duo elettro-rock, una miscela esplosiva tra sound “tradizionali” e suoni tipici dell’elettronica moderna che sfociano in un live accattivante ed energico.

SLOWTIDE | ore 21:30

Il progetto SlowTide ψ nasce all’inizio del 2015 e da subito si propone di creare brani musicali originali in inglese cercando un proprio sound personale e riconoscibile. Dopo i primi due singoli, direi che ci stanno riuscendo bene!

THE FRENCH LEAVE | 22:15

A inizio 2016 pubblicano l’Ep omonimo di debutto accompagnato dal video del primo singolo “Marmorized”. Dallo scorso ottobre la band è impegnata in un’intensa attività live.

PUNKREAS |

I Punkreas  possono essere considerati a buon diritto la punk band più famosa d’Italia. Highlanders!

 

EVENTO FB